arona-stresa-arona

Il club Gallarate Auto Moto Storiche riporta alla luce la seconda più antica corsa automobilistica italiana: la Arona-Stresa-Arona risalente al settembre 1897.
La rievocazione storica verrà riproposta sabato 16 e domenica 17 settembre con automobili anteguerra fino al 1939. 1897-2017: torna in auge, in chiave rievocativa, l’antica competizione che unì i due poli piemontesi del turismo internazionale. Arona-Stresa-Arona fu la seconda gara automobilistica italiana.

Il presidente del club GAMS, Arturo Ferraro, precisa: “Sfogliando pagine di storia e ascoltando storiografi e piloti del passato, abbiamo riportato alla luce la seconda competizione automobilistica della storia italiana. La prima fu la Torino-Asti-Torino; la seconda, datata 1897, la Arona-Stresa-Arona.”

A curare la ricostruzione storica, la logistica e i contatti con i cinque enti locali – Arona, Stresa, Meina, Lesa e Belgirate – sono stati Alessandro Ciapparelli e Marco Binetti del Gams e i consiglieri del club Asi di Gallarate. Per la rievocazione automobilistica sono attese 50 auto storiche costruite dal 1897 al 1939.  

Tra le prime auto, i cui equipaggi hanno avanzato richieste d’iscrizione, si segnalano Lancia Theta 1913 e della francese Lavie del 1904, mentre del periodo successivo alla prima guerra mondiale si conta sulla Fiat 501 Corsa ’23, Bugatti T23 Brescia, Citroen B14 ’27, Ford A De Luxe Roadster ’31, Alfa Romeo 6C 1500/1750 anni ’30, ecc.

Il programma rievocativo

Sabato 16 settembre, dalle 10 alle 12, accoglienza dei partecipanti e vetture in piazza del Popolo ad Arona. Alle 12 partenza lungo il circuito cittadino, proseguendo per Meina, Lesa, Belgirate. Ore 16.30, parte il circuito cittadino di Stresa con expo auto all’hotel Regina Palace Stresa. In serata la cena di gala.

Domenica 17 settembre, dalle 11.30, rientro ad Arona e tour dell’Alto Vergante con ritrovo all’antico Maniero di Lesa. Ore 14.30 ripartenza per Arona, svolgimento del circuito cittadino e premiazioni in piazza del Popolo ad Arona.

Organizzatori dell’evento sono il club Gams, con il supporto di altri club ASI lombardi (Vams Varese, Cmae Milano, Vcc Como, Orobico Bergamo, ecc.). Collabora all’evento il Raci Torino, “registro ancetres club Italia” che valorizza mezzi risalenti al periodo precedente alla prima Guerra mondiale.

La Storia dell’Arona-Stresa-Arona

La data fatidica fu il 12 Settembre 1897: partenza alle 10 e 39 minuti dopo nubifragi. Gli organizzatori formati dal Comitato della Biscazza della città di Arona, sotto il patronato del Club Automobilisti Italiani, proposero inizialmente la Milano-Arona che, causa meteo avverso, mutò nei 36 km della Arona-Stresa-Arona.

Ben sedici iscritti, divisi in tre classi: quadricicli, tricicli e bicicli. Dieci mezzi a motore riuscirono a terminare: sul podio tre milanesi, l’ingegnere Giuseppe Cobianchi che completò le due direzioni in 2 ore e 4’ comprensivi di 30′ di fermata a Stresa. Secondo Oreste Fraschini, terzo Paolo Meda. Tutti e tre guidavano Benz, in svariate versioni, carrozze aperte con un motore termico da 1 a 4 cavalli di potenza.

Fu dunque il lago Maggiore, 120 anni fa, a dare i natali agonistici ai gioielli ideati dal “padre assoluto dell’automobile”, Karl Benz: nel 1886, solo undici anni prima della Arona-Stresa, lui aveva depositato il brevetto della prima automobile al mondo, la “Benz Patent Motorwagen”, carrozza mossa da un monocilindrico quattro tempi di 1000 cc dotato di 0,8 cavalli.