AIB Nebbiuno e Invorio

I volontari di AIB Nebbiuno e Invorio tra i primi ad intervenire nei territori del centro Itaia colpiti dal sisma.

Il dipartimento nazionale di Protezione civile,alle prime ore di giovedì 3 novembre, ha attivato il Corpo volontari A.I.B. del Piemonte – Colonna mobile nazionale di protezione civile. I volontari sono intervenuti a Norcia, uno dei centri più colpiti dall’ultimo terremoto, e che dal 24 agosto subisce lo stillicidio di continue scosse.

Il Comune di Norcia con quasi 5.000 abitanti è sito a 600 slm ed ha una notevole estensione di 277 mq con ben 32 frazioni. Al Corpo A.I.B. Piemonte sono state assegnate 5 frazioni tra le quali Cortigno posto a 1.200 slm a 24 km di distanza dal centro città.

L’intervento dei volontari AIB Nebbiuno e Invorio

Appena arrivati sul posto i volontari hanno eseguito un’attenta attività di ricognizione: il censimento della popolazione e la raccolta di tutte le difficoltà e le richieste. I dati e le informazioni che sono stati puntualmente relazionati al COC (Centro Operativo Comunale) e al DICOMAC (Direzione Comando e Controllo del Dipartimento di Protezione Civile).

Alla popolazione, fortemente provata e ormai emotivamente stremata, si è cercato di dare la massima attenzione. Con tutti i limiti del caso, i volontari AIB hanno dato conforto e supporto, garantendo la presenza in zona H24 e lasciando un recapito telefonico per qualsiasi improvvisa necessità.

“Nel pomeriggio di domenica 6 novembre – ci relaziona il responsabile della Segreteria AIB Area 46, Paolo Cambieri – è stato effettuato il passaggio di consegne con i volontari del nuovo turno di colonna mobile. Passaggio che ha visto la presentazione singola delle persone che in questi giorni ci hanno affidato le loro speranze e condiviso le loro paure e le ansie per il futuro.”

Futuro che nell’immediato vede avvicinarsi la brutta stagione con pioggia e nevicate che renderanno ancora più difficile la vita in tenda. Questo in attesa del dispiegamento della macchina di soccorso con la fornitura di soluzioni più adatte. Soluzioni valide per gli anni futuri. Per una fase di difficile recupero ma con una popolazione fortemente motivata a non abbandonare i propri luoghi di origine e le proprie attività.

Tra i volontari A.I.B Nebbiuno e Invorio erano presenti Paolo Cambieri della Squadra di Nebbiuno, Mauro Invernizzi e Renato Caron della Squadra di Invorio che sono rientrati a casa portando un bagaglio di esperienza indimenticabile.

aib-nebbiuno-e-invorio-a-norcia-1