parrocchiale di nebbiuno

I lavori del XXI Sinodo Diocesano entrano ormai nel vivo: la presidenza ha formulato una serie di proposizioni chiamate a fungere da sintesi alla prima parte dei lavori sinodali, quella dedicata al rispondere alla domanda “Quale Chiesa desideriamo?”.


Sabato 17 gennaio l’Assemblea plenaria sarà chiamata a votare le singole proposizioni: ogni membro sinodale potrà approvare, bocciare o approvare con riserva i testi a seconda del suo personale giudizio e di quello maturato nel
cammino di confronto e riflessione comunitari.

Ma se la fase del “desiderare” sta vedendo un suo sviluppo, con l’anno nuovo parte anche la seconda tappa del percorso sinodale, quella relativa alle comunità: cosa significa esser comunità? Quali sono le sue caratteristiche?
Cosa contraddistingue le parrocchie da altri attori ed identità sociali? Quali i suoi elementi essenziali?

La seconda fase entra dunque nel vivo delle nostre parrocchie toccandone con mano la situazione. Data l’importanza del tema, i membri sinodali dell’Unità Pastorale hanno proposto, d’accordo con i parroci, una serata di formazione e confronto su cosa voglia dire “essere comunità cristiana”.

Nella serata di giovedì 15 gennaio alle ore 21.00 si terranno in contemporanea cinque incontri distribuiti sul territorio dell’Unità Pastorale, con l’intento di radunare al confronto le comunità.

Di seguito le comunità interessate e il luogo di ritrovo:

-Comunità di Pisano, Ghevio e Colazza: incontro presso il salone dell’oratorio di Pisano
-Comunità di Nebbiuno, Fosseno e Tapigliano: incontro presso la casa parrocchiale di Nebbiuno
-Comunità di Massino, Brovello, Graglia, Stropino e Carpugnino: incontro
presso la Cagiò di Massino
-Comunità di Gignese, Vezzo e Nocco: incontro presso la casa parrocchiale di Gignese-Comunità di Lesa, Villalesa, Belgirate e Solcio: incontro presso la casa parrocchiale di Lesa

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here