Anche l’Istituto alberghiero “Erminio Maggia” di Stresa è stato fra i protagonisti de La Fabbrica di Carta di Villadossola, 23 aprile – 3 maggio.

L’Istituto Alberghiero di Stresa è stato protagonista, con le altre scuole professionali del territorio del VCO (l’Alberghiero Mellerio Rosmini di Domodossola, l’Agrario Fobelli di Crodo e il Formont di Villadossola), della diciottesima edizione del Salone del Libro Autori ed Editori del Verbano Cusio Ossola, La Fabbrica di Carta 2015. Quest’anno dedicato al tema dell’EXPO, che ha patrocinato, come si deduce anche dal titolo di questa edizione: “Nutrire la cultura del territorio”. E quale migliore anello di congiunzione fra cultura che si mangia con il cervello e quella che si mangia con la bocca delle scuole che fanno cultura attorno al cibo? Nessuno, appunto. E così le scuole sono state la “madrine” della Fabbrica di Carta.

Una delegazione di studenti degli Istituti ha presenziato all’inaugurazione del Salone, rispondendo alle domande dei moderatori e del pubblico; mentre il 28 aprile scorso lo spazio incontri del Salone ha ospitato una micro conferenza del professor Riccardo Milan sul tema “Il pesce di lago e d’acqua dolce”. Seguita da una degustazione di due piatti freddi realizzati nel laboratorio della Scuola: un carpione di persico rivisitato ed una rollata di pesci (trota, persico, coregone), a dimostrazione delle potenzialità di utilizzo del pesce di acqua dolce. A servire e a spiegare, una pattuglia di studenti del Maggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here