Venerdì 27 gennaio 2012 si è tenuta, presso la sede del Corpo Musicale Mottarone, la consueta “assemblea generale” di ogni inizio anno.

Riunione indubbiamente positiva dove sono emersi i molti risultati positivi e la voglia di crescere e migliorare con i giovani, che si sono dimostrati attivi e appassionati.

Nella relazione morale, il presidente Gabriele Pizzi, ha elogiato tutti i musici, il direttivo, il maestro e quanto gli “extra banda” siano validi collaboratori, citando anche i presidenti che l’hanno preceduto e il loro valido ed esperto operato.

Il presidente Pizzi ha rammentato gli obiettivi dell’associazione ricordando a tutti che “l’impegno musicale deve sempre essere un volontariato serio” e consigliandolo ai più giovani come una “bella scelta di vita, sempre ricco di insegnamenti, perché non si finisce mai di imparare”.

Nel direttivo è stata presentata ufficialmente una variazione di carica: il Vice Maestro Gabriele Pizzi ha lasciato il posto, a causa dei molti impegni che implica la presidenza, all’attuale Vice Presidente Mauro Manni. Diplomato in clarinetto, Manni ha all’attivo molteplici esperienze musicali anche extra banda, iscritto all’albo degli insegnanti e membro attivissimo, da ben 20 anni, del Corpo Musicale Mottarone.

Lungo il corso della serata si è vissuto anche un momento di grande commozione: il Cav. Giovanni Sappa, socio fondatore nonché componente della Banda Bonomi di Armeno per 35 anni, ex Vice Presidente e membro del Direttivo, ha rassegnato le sue dimissioni all’età di 80 anni. I membri del gruppo hanno pubblicamente rifiutato le dimissioni dicendo ‘al Gianni’ che nella banda sarà sempre di casa pertanto: ogni volta che vorrà sarà sempre il benvenuto perché per tutto il gruppo è un valido esempio di serietà e amore per la musica. In questi 65 anni di musica Gianni Sappa ha dato molto alla banda e per questo gli è stata espressa riconoscenza unanime.

Ecco due brevi passaggi della lettera che Sappa ha inviato alla Banda: “Grazie a tutti, alle amministrazioni, ai benefattori, alle associazioni amiche, all’ANBIMA, ai simpatizzanti, agli amici, ai musici, ai genitori che motivano i loro figli ad imparare a suonare e vivere nella banda perché la musica è gioia, allegria, pace; musica vuol dire vivere, amarsi,… in 65 anni di banda ho conosciuto tanti amici e ho trascorso ore in allegria superando anche i momenti difficili e queste sono le cose più importanti…”.

Rimaniamo in attesa per vedere i nuovi traguardi che raggiungerà il Corpo Musicale Mottarone. A noi non resta che aspettarli in piazza alle varie manifestazioni, pronti ad applaudire i loro successi e sforzi per mantenere viva la storica tradizione musicale avviata sul finire dell’800, sia ad Armeno che a Gignese, dalla banda Bononi e dalla Filarmonica di Gignese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here