chiudono le piste

Si è conclusa la stagione sulle piste organizzata dallo Sci club invoriese. Un’annata che, però, riserva ancora qualche sorpresa prima dell’inizio della nuova stagione e il ritorno sulle piste dal prossimo dicembre.

Tempo di bilanci

Il corso di sci, della durata di cinque lezioni, ha coinvolto circa ottanta fra bambini e ragazzi. Superati i risultati ottenuti negli scorsi anni. Ospitato sulle piste della stazione di Antagnod, Valle d’Aosta, ha permesso ai giovani sciatori di imparare le migliori tecniche dai maestri certificati dell’impianto. «È il nostro fiore all’occhiello – precisa il presidente, Roberto Morella LonghiNella gestione delle attività, per noi, è fondamentale formare i ragazzi attraverso le giuste informazioni. In questo modo sviluppiamo in loro la consapevolezza dell’ambiente in cui si muovono. Il nostro obiettivo, dunque, non è solo quello di insegnare una disciplina sportiva ma soprattutto educare i giovani a essere autonomi per praticare lo sci in totale sicurezza».

Soddisfacente anche l’andamento delle cinque date di escursioni nelle principali stazioni sciistiche, rivolte a sciatori autonomi. Orelle Val Thorens, La Thuile, Sestriere, Champoluc e Pila, fra i migliori impianti, sono stati selezionati per offrire una scelta variegata agli amanti delle piste, scelta che i soci hanno dimostrato di apprezzare partecipando numerosi.

L’Estate dello Sci Club Invorio

La stagione 2016/2017 però, non si è ancora conclusa. Infatti, il Consiglio dello sci club ha deciso di portare avanti la proposta di organizzare alcune giornate rivolte alla pratica dello sci estivo. “Stiamo valutando di metterlo in programma nei mesi di giugno e luglio, a Cervinia. Qui non solo si potrà sciare sul Plateau Rosa ma anche partecipare a escursioni a piedi oppure godersi una giornata alla riscoperta gastronomica e culturale della zona. Ipotizziamo anche un’apertura della stagione da dicembre del 2017 e non escludiamo la partecipazione a qualche gara – riferisce Morella Longhi.”

Il 2017 sarà anche l’anno del rinnovo del Consiglio (in foto) che amministra l’associazione sportiva. «Ci auguriamo che si possa continuare sulla strada intrapresa negli anni – continua la Longhi – promuovendo le iniziative con i medesimi principi mantenuti sino a oggi. Un ringraziamento particolare va ai soci e al consiglio, che in 4 anni ha gestito l’associazione».

Lo sci club Invorio è nato negli anni ’60 dalla passione per la montagna condivisa da un gruppo di amici sulle piste del Mottarone. Da quel momento il gruppo è diventato sempre più numeroso e attivo, entrando anche a far parte della Federazione italiana sport invernali. Indimenticabili gli anni ’80 con l’avvio della scuola sci e delle gare federali. Giorni gloriosi che non si sono ancora spenti, anzi proseguono consolidando il gruppo storico con i nuovi associati che si affacciano alla pratica di questo sport.