“Goethe  scriveva: sono due le cose che i bambini dovrebbero ricevere dai loro genitori :radici e ali”. Colazza ha dato ai suoi bambini le radici, donandogli ciliegi.

Sono 7 i nati nel 2013-2014 a Colazza a tutti l’amministrazione ha voluto consegnare un ciliegio in omaggio. La cerimonia si è svolta nella mattinata di domenica 10 maggio, dopo la messa nella chiesa di San Bernardo dedicata espressamente ai bambini, un corteo munito di palloncini si è diretto verso il parco giochi dove erano già stati piantumati gli alberi. Qui un breve intervento del consigliere promotore dell’iniziativa Gloria Travaglini ha informato gli astanti sull’iniziativa dell’amministrazione. Eccovene un estratto, riprendendo la citazione iniziale:

“[…]Le ali per per avere la capacità di sognare, per credere in se stessi, per essere liberi di volare in alto nell’autonomia delle relazioni e nell’incontro con gli altri.

E gli adulti cosa rappresentano? sono la terra dove attingere certezza e sono il vento che gli darà la spinta per volare. Oggi siamo qui, per dimostrare che i genitori non sono soli in questo difficile percorso. Tutta la collettività può aiutarvi a dare loro tutti gli strumenti e le capacità per crescere e diventare belle persone, persone magnifiche , che sapranno di avere dentro di sé le capacità per realizzare qualunque cosa sognino.
Oggi diamo dimora a dei ciliegi con i nomi dei vostri figli, proprio per donare radici. Ma la cosa più complicata da donare sono le ali…”
I nomi dei sei bambini partecipanti alla cerimonia di intitolazione dei ciliegi: Giacomo Volta (2013), Luca Stefan Ciobanu (2014), Matilde Tagini (2013), Isabel Fumagalli (2014), Chiara Manni (2014).

 Qui le foto delle “radici” donate dal Comune di Colazza ai nuovi nati: