clima e letteratura del territorio

Giunge al termine il cartellone degli eventi collegati all’allestimento multimediale del Museo di Meina “Natus Est!” e dedicato alle origini del Natale, con un appuntamento intitolato “Sì di vivanda che stretta di neve – tra clima e letteratura del territorio”.

Si terrà sabato 23 gennaio alle ore 17 l’evento che vede l’incontro tra clima e letteratura del territorio tenuto dallo storico del clima Luca dal Bello. La citazione dantesca da cui prende il titolo l’incontro ci fa capire che questo avrà come tematica centrale la ricostruzione del clima nei secoli e dei principali eventi meteorologici storici del novarese e dell’areale alpino e subalpino. Questo avverrà attraverso l’analisi di passi letterari, fonti documentali e studi scientifici. Ad affiancare Dal Bello ci saranno alcuni giovani che interpreteranno brani di autori e artisti per sottolineare cosa questi hanno scritto del comportamento del clima.

Prima e dopo l’incontro, sarà possibile visitare il museo gestito dalla Fondazione UniversiCà. Sarà l’ultima occasione per visitare “Natus Est!”,  un racconto virtuale sulle tradizioni delle festività natalizie adatto a tutta la famiglia che terminerà domenica 24 gennaio.

L’evento”Sì di vivanda che stretta di neve – tra clima e letteratura del territorio” è il primo di quattro appuntamenti che compongono la rassegna “La mia pianura ha le montagne” organizzata da Fondazione Persona e sostenuta dalla Provincia di Novara, da Atl e dal Sistema culturale integrato novarese all’interno di “Un febbraio da non dimenticare”. Per conoscere il programma completo della rassegna di febbraio è possibile consultare il sito:
www.fondazionepersona.it

[themoneytizer id=22270-19]

Il museo e le iniziative sono a ingresso libero.

Scopri tutto sul Museo Meina, clicca qui

 

PUBBLICITA\'