Domenica 24 febbraio, Don Arnaldo Giulini ha celebrato la S. Messa, una Messa normale, come tutte le domeniche. I fedeli presenti sapevano già che sarebbe stata, invece, l’ultima.

L’ultima Messa celebrata come parroco delle due comunità – Ghevio con Silvera e Pisano – vista l’accettazione da parte del Vescovo di Novara della richiesta fatta a suo tempo da Don Arnaldo di essere sollevato dalla responsabilità pastorale.

All’inizio del suo ministero sacerdotale sul Vergante – 23 anni fa – Don Arnaldo ha distribuito a tutti un’immaginetta ricordo con una frase per presentarsi: “L’unico modo per raggiungere il cuore dell’uomo è andare nella sua casa”. Don Arnaldo, in questi 23 anni di sacerdozio, non solo è andato nelle case, ma umilmente è stato vicino alla sua gente. Tanto vicino da entrare nei cuori dei suoi parrocchiani e lì rimarrà come sacerdote e per molti come il più caro degli amici.

Don Arnaldo Giulini

Riportiamo integralmente la lettera del Vescovo Franco Giulio Brambilla, che don Claudio Leonardi, ha letto alla messa festiva di domenica 3 marzo 2019 delle parrocchie di San Eusebio in Pisano e di Maria Vergine Assunta in Ghevio di Meina.

Carissimi,
vi scrivo per comunicarvi un’importante decisione che riguarda le vostre parrocchie di Pisano e di Ghevio.
Don Arnaldo Giulini, come già lui stesso vi ha comunicato, mi ha chiesto, già da tempo, di essere sollevato dall’incarico di parroco a causa delle sue condizioni di salute che non gli permettono più di garantire una presenza pastorale efficace.
Dopo aver sentito anche il Consiglio Episcopale Novarese, ho deciso di accettare, pur a malincuore, la sua comprensibile richiesta, sollevandolo così dalla responsabilità delle vostre parrocchie.
Provvisoriamente, la guida pastorale e giuridica delle vostre comunità è assicurata, a partire dal 1 ° marzo, da un Amministratore parrocchiale, don Francesco Gagliazzi, vicario parrocchiale di Arona, nell’attesa di decidere, sentiti anche gli altri sacerdoti dell’UPM, a chi affidare la responsabilità delle vostre parrocchie. Don Francesco, ovviamente, non potrà offrire la stessa presenza che garantiva don Arnaldo, certamente, però, potrà contare sulla vostra disponibilità e collaborazione.
Desidero ringraziare di cuore don Arnaldo, vostro parroco da ventitré anni, anche a nome di tutta la nostra Chiesa novarese, per la sua dedizione.
Accompagno le vostre comunità di Ghevio e Pisano nella preghiera e invoco lo Spirito perché ogni battezzato, per la sua parte, si senta inviato nella missione di testimonianza e annuncio del Vangelo.

Vi saluta con affetto il Vostro Vescovo