draghi in biblioteca
Mysticsartdesign / Pixabay

Sputafuoco, il drago blu adottato a distanza dai bimbi di Lesa nel febbraio 2016, è cresciuto ed è stato liberato in un luogo segreto delle Alpi. Francesca D’Amato ne ha seguito le tracce e tornerà a Lesa per Draghi in biblioteca e racconterà la sua storia.

Francesca D’Amato ha seguito la vita di Sputafuoco al draghile e l’ha raccontata mandando ogni mese una mail alla Biblioteca Comunale G. Carcano di Lesa. Sabato 21 ottobre, alle 16, Francesca tornerà in biblioteca a parlare di draghi perché al draghile è sorto un problema: bisogna vaccinare i cuccioli contro la febbre dell’oro oppure è meglio lasciare che rischino la vita ammonticchiando tesori?

Tutti gli esperti e gli amanti dei draghi sono invitati a dire la loro nel dibattito che si svolgerà in biblioteca e che sarà moderato con tecniche di comunicazione non violenta.

Francesca D’Amato è una narratrice di leggende locali. Le raccoglie e ci gioca rielaborandole in diverse forme: racconto in costume, di gioco o di romanzo. Francesca ha studiato Scienze Naturali e si è occupata per anni di comunicazione ambientale. Ha lavorato per vari parchi naturali, blog e associazioni di settore. E’ esperta di comunicazione non violenta e propone esperimenti di ecologia domestica a tutti gli ospiti della sua casa milanese che vogliono scoprire l’esperienza “sostenibile” della decrescita felice.

Chi volesse ripassare dragologia prima dell’evento può farlo sul sito:
www.gnonti.org