festival organistico internazionale

L’Associazione culturale “Sonata Organi” organizza per la dodicesima volta il Festival Organistico Internazionale omonimo.

Prenderà il via sabato 1o giugno la 12° edizione del Festival Organistico Internazionale “Sonata Organi”. La direzione artistica è come sempre affidata al maestro Christian Tarabbia. Christian per quest’edizione ha pensato ad un programma particolarmente ricco di autori di scuole e epoche diverse. I quattro concerti sapranno fornire agli ascoltatori un’ampia veduta su gran parte della letteratura organistica degli ultimi secoli.

Gli artisti si esibiranno all’organo Bardelli-Dell’Orto e Lanzini della collegiata di Santa Maria di Arona in quattro appuntamenti.
I concerti ad ingresso gratuito si terranno alle 21.15. Come ormai da consuetudine, nelle quattro serate saranno distribuite gratuitamente le guide all’ascolto scritte da Marino Mora. Saranno di aiuto al pubblico per seguire lo sviluppo del concerto fornendo anche notizie e curiosità sugli autori e sulle musiche eseguite.

12° Festival Organistico Internazionale: il programma

Sabato 10 giugno “L’arte dell’improvvisazione” con l’organista polacco Tomasz Nowak. Nowak è direttore del dipartimento di Musica da Chiesa presso l’Università di Detmold in Germania e considerato uno dei migliori improvvisatori a livello mondiale. Il 10 giugno ad Arona eseguirà un concerto interamente dedicato a questa difficile e affascinante arte: l’improvvisazione. La musica sarà inventata ed elaborata al momento in forme e stili differenti sulla base dei temi che saranno forniti all’esecutore direttamente dal pubblico presente al concerto.
 
Sabato 17 giugno concerto in omaggio al “500° anniversario della Riforma luterana” avvenuta nel 1517. L’organista danese Søren Gleerup Hansen eseguirà le composizioni contenute nel terzo volume della “Klavierübung” di Bach, raccolta di brani basati sul Catechismo di Lutero. I brani organistici saranno intervallati dal canto dei corali affidato all’ensemble “Le voci del Mesma”. In questo modo si potranno ascoltare le composizioni della raccolta così come nell’intenzione progettuale ed esecutiva dello stesso Bach.
 
Sabato 1 luglio in arrivo ad Arona le Note dal Sol levante. Infatti, sarà protagonista del terzo concerto l’organista giapponese Izumi Ikeda. Ikeda è docente presso le università di Tokyo e di Fukuoka. Per il Festival Organistico Internazionale eseguirà, oltre le pagine di Bach, insolite trascrizioni per organo. L’organista nipponico eseguirà l’“Estate” di Antonio Vivaldi e l’opera romantica di Franz Liszt “Ad nos salutarem undam”.
 
Sabato 8 luglio spazio alle donne con la Musica organistica in rosa. L’ultimo appuntamento del festival aronese sarà con l’organista Giulia Biagetti. L’artista proporrà un programma che dal barocco tedesco porterà a pagine romantiche e novecentesche con autori quali Sigfried Karg-Elert, Max reger e Jan Zwart.
 
Per ogni informazione sui programmi e sull’attività di Sonata Organi è possibile anche consultare il sito internet dell’associazione www.sonataorgani.it o seguire la pagina Facebook https://www.facebook.com/sonataorgani/