Una bella giornata di sole ha accolto i partecipanti e i curiosi intervenuti domenica 16 settembre ai Giochi senza frontiere di Nebbiuno.

In un grande prato verde sono stati allesti giochi gonfiabili: calcio balilla umano, canestri, l’elasticone e il tronco rotante. Questi giochi più una gara di badminton erano le prove che i membri delle associazioni del Vergante dovevano affrontare per vincere il montepremi in palio: 1000 euro diviso in premi da 500, 300 e 200 euro, rispettivamente per la prima, seconda e terza squadra classificata. Le squadre erano formate da 6 partecipanti e si sono sfidate con sano agonismo e tanta allegria. Presenti alla mattinata di sport e divertimento l’Associazione Insieme si può, l’Ambulanza del Vergante, il CSI Massino Visconti, Associazioni Orizzonti, Pro oleggio, e una squadra di casa formata da amministratori e no del Comune ospitante.

Il vincitore dei primi Giochi senza frontiere del Vergante è: Insieme si può. Secondo classificato CSI Massino Visconti, terza classificata Ambulanza del Vergante. Le squadre verranno premiate in occasione
della serata conclusiva del Festival dei giovani del Vergante, un incontro sulle politiche che si terrà a Lesa in autunno, la data precisa è ancora da definire ma verrà comunicata a breve.

La giornata di sport ha dato anche l’occasione di inaugurare due mini campi da badminton per i bambini. Situati presso il complesso scolastico di Nebbiuno, i due campi da badminton sono stati inaugurati in una pausa dei giochi. A presentare l’evento il Sindaco di Nebbiuno Elis Piaterra che ha ringraziato il concittadino Dott. Silvio Fancioni, Presidente della Federazione Italiana Sci Nautico nonchè consigliere nazionale del Coni che ha donato il campo alle scuole. A testimonianza dell’interesse verso il badminton l’importante presenza di Vincenzo Mangolini del Badminton VCO Omegna che ha illustrato il programma della stagione con una importante iniziativa sportiva, un Torneo italia Svizzera a Lucerna, Alberto Cavanna, ex atleta della squadra italiana di sci nautico ormai convertito al sport di squadra e presidente della sezione Badminton di Borgomanero. In rappresentanza della Federazione e fautore di questi interventi promozionali, il DP Roberto Fava che oltre ad animare la giornata facendo giocare giovani e non si è intrattenuto a lungo con i responsabili scolastici per avviare un’ulteriore inserimento del Badminton in tutte le scuole dell’Alto Vergante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here