le violon noir

Per l’ultimo appuntamento della stagione Lakescapes, la rassegna culturale del Lago Maggiore, ospita l’orchestra Camerata Ducale che propone Le violon noir.

Sabato 16 dicembre a Meina – ore 21, Sala Consiliare – l’Accademia dei Folli chiude la sua rassegna teatrale, musicale, culturale sul lago Maggiore con un’oscuro concerto che nasconde, però, dei capolavori.

Nero. Se c’è un colore che rappresenta tutto ciò che è occulto, nascosto, misterioso, è sicuramente questo. Da questo colore nasce il progetto Le violon noir. Un progetto incentrato su celebri composizioni legate a una dimensione inquietante ma allo stesso tempo piena di fascino. Tartini, Ravel, Paganini, Williams, Gluck e diavoli, streghe, ossessioni… aleggiano nella storia del violino e dei violinisti.

Il tutto parte da “Le Noir” lo Stradivari 1721 ritrovato stretto tra le mani del cadavere del violinista Jean-Marie Leclair. Il maestro fu pugnalato a morte alla schiena, un crimine impunito – il colpevole non fu mai catturato. Jean-Marie fu ritrovato abbracciato al proprio violino, lo Stradivari 1721, che da allora fu soprannominato “Le Noir” per via di una macchia nera lasciata sullo strumento dalla mano destra irrigidita del musicista.
Visioni sinistre e inquietanti da sempre sono legate all’immagine del violinista e alla sua diabolica bravura: quasi fosse il frutto di un patto con il diavolo. In effetti, il più grande violinista di tutti i tempi – forse il primo showman della storia – Niccolò Paganini, giocò spesso con queste intriganti suggestive visioni. Nelle sue acclamate tournée soliste, il violinista genovese amava stupire il suo pubblico proponendo titoli che colpissero prima di tutto la fantasia dell’ascoltatore. 

Il programma dello spettacolo Le violon noir

P. Locatelli – Trauersymphonie in fa minore
Ch. W. Gluck – Danza degli spiriti beati da Orphée et Euridice
G. Tartini – Sonata in sol minore “Il trillo del diavolo” versione per violino e orchestra di R. Zandonai 
M. Ravel – Pavane pour une infante défunte 
N. Paganini – Le streghe op. 8
J. Williams – Theme from Schindler’s List
H. Wieniawski – Légende in sol min. op. 17
N. Paganini – “Maria Luisa – Gran Duchessa di Parma”

Ingresso a Le violon noir: €13, ridotto con prenotazione €10. Sul palco il Violino e direttore Guido Rimonda e l’Orchestra Camerata Ducale ( 5 elementi). Per informazioni e prenotazioni: Accademia dei folli – 011 0740274 info@accademiadeifolli.com o www.accademiadeifolli.com