Manuela Mellini

A Lesa la scrittrice Manuela Mellini presenterà il suo ultimo successo: “Il colore dei papaveri”, grazie all’iniziativa della biblioteca della cittadina ed all’associazione Terra di Confine.

L’appuntamento con i papaveri di Manuela Mellini sarà per sabato 1°ottobre, presso la biblioteca “G. Carcano” alle 17,30. Con l’autrice sarà presente Gianni Lucini, autore, scrittore e giornalista locale.

“Non possiamo scoprire di che colore sarà la nostra vita finchè non troviamo il coraggio di guardarci dentro”. Ecco il messaggio della protagonista del libro, Elisa, nata e vissuta per tutti i suoi ventisette anni a Castelfreddo, in provincia di Ravenna.

Elisa si è sempre sentita a suo agio in quel paesino romagnolo di appena diecimila anime, con le sue poche stranezze e le sue molte certezze. Non ama le sorprese né tanto meno le novità: preferisce starsene tranquilla nel tran tran quotidiano che si è costruita su misura, fra i libri della biblioteca in cui lavora. La madre di Elisa sembra non accorgersi di lei, le chiacchiere con l’amica di sempre e un amore talmente improbabile che le permette di non mettersi in gioco. Ma basta un attimo di distrazione ed ecco che la vita fa irruzione, fragorosa e pulsante, nella gabbia in cui da tempo si è rinchiusa. Grazie a un finto fantasma, un sindaco am­bizioso e un nonno che non ha ancora rinunciato al vero amore, Elisa riesce a trovare la forza per uscire allo scoperto e affrontare le sue paure. Non ha idea di cosa le riserverà il futuro ma ha tutte le intenzioni di viverlo fino in fondo, perché ora ha capito che, comunque vada, ne vale la pena.

Manuela Mellini

Romagnola di nascita (1979), oggi vive fra Milano e Berlino. Lavora dal 2004 come redattrice, autrice e ghostwriter, occupandosi di diversi argomenti: dallo spettacolo allo sport, dall’arte alla storia. Realizza giochi di enig­mistica per varie testate e, cosa generalmente più gradita, piadine per gli amici.

lesa_presentazione-mellini_autrice

lesa_presentazione-mellini_copertina

CONDIVIDI

Sono nata a Verbania nel 1975, ed ho avuto la fortuna di crescere tra Baveno e Stresa, due luoghi che amo moltissimo.
Ho scritto per “Il giornale di Verbania” ed ora collaboro con Il Vergante, come corrispondente da Stresa, la cittadina in cui sono tornata a vivere dopo sette anni a Torino. Gestisco una pagina Facebook dedicata alla perla del lago: “vivi-amo Stresa”, nella quale raccolgo foto e recensioni del nostro territorio e gli eventi organizzati.
Vita privata? Impegnativa. Quattro figli, che spesso mi seguono nella “caccia agli articoli” e alle riunioni di redazione, ma è importane che sappiano delle mie passioni ed imparino a conoscere il luogo in cui stanno crescendo, per poterlo amare e, magari, un giorno, migliorare.