Nel weekend inaugureranno due mostre curate dall’Istituto Storico Piero Fornara sul Vergante: a Colazza “Resistenza al Mottarone” e a Meina “1938 – Lo Stato Italiano emana le leggi razziali”.

Dopo due tappe a Ghevio e a Pisano la mostra “1938 – Lo Stato Italiano emana le leggi razziali” arriva sul lago Maggiore a Meina. Sabato 1 agosto alle ore 11 inaugurerà la mostra curata da Franco Debenedetti Teglio presso lo spazio – inedito per una mostra – della Lavanderia del Museo Chalet di Villa Faraggiana (Strada Statale del Sempione, Meina). La mostra rimarrà aperta per tutto il mese di agosto venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 19. Nel mese di settembre si organizzeranno per gruppi e scuole conferenze ed incontri su pregiudizio, razzismo e integrazione a cura di esperti e testimoni. Per informazioni: didattica@isrn.it

Un particolare della mostra "1938 - Lo Stato italiano emana le leggi razziali"
Un particolare della mostra “1938 – Lo Stato italiano emana le leggi razziali”

Inedita, invece, per il Vergante la mostra “Resistenza al Mottarone – immagini, reperti e documenti della Resistenza nell’Alto Novarese” che inaugurerà venerdì 31 luglio – ore 18 – a Colazza. Lo spazio espositivo della Sala Polivalente cav. Angelo della Berta ospiterà la mostra curata da Don Alfredo Fomia fino al 23 agosto in questi orari: venerdì, sabato e domeinca dalle 16 alle 18. Per informazioni: Comune di Colazza 0322.218102
Inaugurazione: venerdì 31 luglio ore 18, introduce il dottor. Giovanni Cerutti direttore scientifico dell’Istituto Storico della Resistenza Novara/VCO con l’intervento “In Italia come in Europa: dimensioni e significati del fenomeno resistenziale 1943-1945”