sci club invorio

Lo Sci club Invorio saluta la fine della stagione invernale ma pensa già a nuove proposte adatte agli amanti della montagna a tutto tondo. Le attività non si fermeranno, dunque, con la chiusura degli impianti ma protrebbero anche prolungarsi con attività estive.

«È stata una stagione soddisfacente». Così l’ha definita il presidente, Roberto Morella Longhi, che insieme al consiglio ha ringraziato tesserati e simpatizzanti presenti alla cena sociale di conclusione della stagione 2015/2016. «Abbiamo registrato numeri rilevanti, in particolare è aumentata la partecipazione di ragazzi ai corsi di sci che organizziamo al sabato – ha proseguito – sull’onda di questi dati vogliamo introdurre appuntamenti estivi: sicuramente rinnoveremo la nostra disponibilità a partecipare alla Festa dello sport, se sarà nuovamente organizzata dai comuni di Invorio e Paruzzaro, ma vogliamo proporre anche giornate in montagna e la pratica dello sci estivo, prima di riprendere la stagione a dicembre».

La cena sociale dello Sci Club Invorio di venerdì 15 aprile a Maggiora è stata l’occasione per fare un bilancio sulla stagione appena conclusa ma anche un significativo momento aggregativo, finalità che questa associazione sportiva dilettantistica, attiva da circa 50 anni nella promozione della pratica sportiva, si è sempre prefissata.

Durante l’inverno lo Sci Club Invorio ha proposto svariati appuntamenti rivolti a tutte le età e adatti a principianti e sciatori esperti. Punta di diamante della programmazione è stato il corso di sci per ragazzi fra i 6 e i 14 anni, che ha raggiunto la sedicesima edizione, e il secondo corso di perfezionamento per i giovani di età fra i 14 e i 18 anni. Le lezioni erano ospitate nella prestigiosa località di Antagnod, in Valle d’Aosta, per cinque appuntamenti nei sabati dei mesi di gennaio e febbraio. Qui le giovani leve hanno approcciato le piste guidati da bravissimi maestri di sci.

Sempre Antagnod è stata selezionata per ospitare, il 20 febbraio, il trofeo Città di Invorio, una gara in notturna che conclude proprio il programma della scuola sci. Parallelamente a queste sono state proposte attività sciistiche nelle migliori stazioni del Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia, come Pila, Champoluc e sul Passo del Tonale, pensate per gli adulti. Per cinque domeniche gli associati si sono ritrovati per condividere la passione per la discesa, ma non solo. Le stazioni sciistiche sono selezionate sulla base della varietà dei servizi offerti, in questo modo si può approfittare di differenti servizi, così da permettere anche a chi non scia di partecipare ed apprezzare la montagna.

«Un grazie va rivolto anche all’amministrazione comunale di Invorio, che ogni anno sostiene le nostre iniziative». ha concluso Morella Longhi, rivolgendosi agli assessori del comune di Invorio, Alberto Rollini e Flavio Pelizzoni, presenti alla cena non solo come rappresentanti del Comune, ma perché entrambi associati dello sci club.
Il momento conviviale si è concluso con la tradizionale consegna di alcuni omaggi, offerti dal Club ai presenti, come piccoli ricordi della stagione passata.

Lo Sci club Invorio è nato negli anni ’60 dalla passione per la montagna condivisa da un gruppo di amici sulle piste del Mottarone. Da quel momento il gruppo è diventato sempre più numeroso e attivo, entrando anche a far parte della Federazione italiana sport invernali. Indimenticabili gli anni ’80 con l’avvio della scuola sci e delle gare federali. Giorni gloriosi che non si sono ancora spenti, anzi proseguono consolidando il gruppo storico con i nuovi associati che si affacciano alla pratica di questo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here