di Elisa Bertoli

Sono in programma numerose nuove presentazioni per “Sopra il tavolo della cucina. Donne che intrecciano storie”, libro pensato dalle associazioni massinesi e lesiane Insieme si può e Terra di confine, curato da Rossella Kohler e Vilma Gervasoni e edito da Interlinea (151 pagine, 15 Euro). Il volume, una raccolta di interviste fatte da donne ad altre donne del Verbano o arrivate da varie parti del mondo, racconta le loro vite, dipingendo un affresco dalle figure varie e colorate, talvolta dolorose, sempre sincere.

Chi si fosse ancora perso la presentazione del libro, potrà quindi recarsi giovedì 15 aprile alle ore 21 alla biblioteca di Cardano al Campo, nell’ambito della rassegna ‘Donne che scrivono di donne’; venerdì 16 aprile alle ore 21 presso “Casa d’accoglienza”, strada per Pontevecchio, a Magenta, in collaborazione con la libreria “Il Segnalibro” di Magenta; venerdì 7 maggio, alle ore 21, presso la biblioteca di Mezzomerico; venerdì 14 maggio, alle ore 21, al Centro Culturale di Romentino.

I proventi della vendita del libro vengono impiegati per il progetto di microcredito “Donne che spaccano pietre”, finalizzato a dare fiducia e valore alle donne di Kireka, uno slum di Kampala, in Uganda, e capovolgere così la loro vita: da spaccatrici di pietre, pian piano le donne diventano imprenditrici di se stesse attraverso la realizzazione di collane e bracciali in carta colorata riciclata che oggi vengono vendute nei migliori negozi del paese. Grazie a questa iniziativa, alcune di loro hanno la possibilità ora di appaltare il lavoro di spaccapietre e quindi fornire lavoro (seppur povero) ad altre donne bisognose. L’iniziativa di micro-credito di Insieme si può è quindi finalizzata a far loro un piccolo prestito per aiutarle ad avviare un’attività produttiva.

Il libro è acquistabile a Lesa presso la Bottega equo-solidale in via Manzoni 14, aperta ogni giovedì dalle 10 alle 12 e ogni domenica dalle 10,30 alle 12,30 (per info bibliotecalesa@libero.it), oppure a Massino Visconti presso il gruppo Insieme si può.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here