scuolabus a invorio
L'Assessore all'Istruzione Michela Baratelli e lo scuolabus Baranzelli
bannerbaretto
bannerbaretto
bannerbaretto

Avviato con successo il nuovo servizio Scuolabus a Invorio.
Da lunedì 8 gennaio, primo giorno di scuola post vacanze natalizie, il Comune di Invorio ha introdotto una novità: un nuovo servizio di scuolabus. Un servizio scuolabus più efficiente e strutturato rispetto al precedente.

“Tutto ciò – ha commentato il Sindaco Roberto Del Contein considerazione del continuo processo finalizzato a migliorare i livelli di servizio per le famiglie e per la Scuola, incrementando la qualità del servizio grazie all’introduzione del doppio giro e, proprio attraverso un mezzo più piccolo, assicurando che lo scuolabus potesse raggiungere con facilità e rapidità tutte le aree delle frazioni del paese, senza penalizzare nessuno. Inoltre con un mezzo nuovo di recente immatricolazione riusciamo a garantire maggiori livelli di sicurezza del trasporto, con un occhio di riguardo all’inquinamento da emissioni.””.

A semplificare l’attività dell’Amministrazione è stata la decisione del precedente gestore del servizio di scegliere un altro Comune ove operare dal 2018. In questo modo, in attesa del nuovo bando per l’assegnazione del servizio, l’Amministrazione comunale ha provveduto con affidamento diretto alla ditta Baranzelli sino a fine anno scolastico.

“Grazie al lavoro congiunto con Baranzelli – ha continuato l’Assessore all’istruzione Michela Baratelli abbiamo incrementato, grazie al doppio giro, la disponibilità dei posti a sedere per quanti vorranno ricorrere al servizio di trasporto che costa al Comune di Invorio €327 giornalieri, importo che, annualizzato, è quanto era previsto a bilancio. Una scelta coraggiosa che continuiamo a portare avanti a favore delle famiglie, quando in altri Municipi, invece, il servizio è stato soppresso.”

I costi sono elevati, se si pensa che ammontano a 60 mila euro l’anno, spese che a bilancio sono rimaste immutate negli anni, ma che nella realtà richiedono già oggi una rivisitazione al rialzo, per effetto dei mancati adeguamenti nel tempo. Ciò imporrà all’Amministrazione una riflessione attenta e approfondita nell’immediato futuro per trovare l’equilibrio necessario che garantisca da un lato la fornitura del servizio e dall’altro una rivisitazione delle regole e delle modalità, riducendo inefficienze.