Domenica 1 maggio torna a Colazza “Un albero per ogni nuovo nato”, iniziativa dedicata ai bambini nati nel 2010. Ai sensi della Legge 29 gennaio 1992 n. 113 “Obbligo per il comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica”, l’amministrazione comunale anche quest’anno infatti ha richiesto e ottenuto dalla Regione Piemonte la concessione gratuita di tre piantine che l’assessore Artuso ha scelto essere i ciliegi Santa Lucia.

Tre non è un numero casuale, bensì quello dei bimbi nati a Colazza nel 2010, piccoli che la comunità desidera accogliere con questo piccolo gesto che sarà apposto in calce all’atto di nascita.

I ciliegi saranno piantati all’interno del parco del palaghiaccio appunto domenica 1 maggio. Alle ore 10.00 si potrà partecipare alla S. Messa celebrata nella chiesa di San Bernardo, al termine della quale si passeggerà, animati dalla presenza di palloncini colorati, fino al palaghiaccio. Lì avverrà la “consegna” del ciliegio a ciascuno dei tre bimbi, con l’apposizione del loro nome. Questi nuovi ciliegi affiancheranno i cinque posti a dimora per i nati dell’anno 2009 e i tre dei nati dell’anno 2008.

“Questo momento – afferma il sindaco di Colazza Ileana Sbalzarini – vuole essere di incontro con la comunità, e segue quello avvenuto il 29 marzo in occasione del Consiglio Comunale. Già dallo scorso anno infatti il primo Consiglio dell’anno in corso vede la partecipazione dei ragazzi che, con il compimento del loro diciottesimo anno, entrano a pieno titolo nella società civile”.

Quest’anno hanno ricevuto dalle mani dell’assessore Valeria Artuso una copia della nostra Costituzione ed un libretto su Colazza Matteo Mapleston, Bianca Donderi e Canti Zenit. I ragazzi hanno ascoltato con attenzione e rispetto le parole dell’assessore, che ha sottolineato l’importanza delle radici, l’orgoglio dell’appartenenza e l’amore verso la nostra Patria. I ragazzi hanno quindi partecipato alla presentazione del bilancio 2011.

PUBBLICITA\'