Domenica 20 dicembre a Meina una sala consiliare gremita ha premiato il meinese dell’anno. La scelta di quest’anno è caduta sul gruppo di Protezione Civile, ma il premio è per tutto il Vergante e per la gestione dell’emergenza dello scorso mese.

Sono stati quindi diecii cittadini meinesi premiati con l’onorificenza di “Meinese dell’anno” 2014. “In questo periodo particolare – ha ricordato il Sindaco di Meina, Fabrizio Barbieri – abbiamo voluto premiare un gruppo che ha dato tanto aiuto a Meina. Ha sempre supportato la vita civile, associativa e culturale del territorio. Con lo sgombero della neve dalle vie pedonabili dureante l’inverno, con il monitoraggio dei torrenti, con l’assistenza alle manifestazioni e molti altri piccoli ma importanti interventi.”

Lo scorso mese di novembre il gruppo ha, invece, dovuto intervenire in maniera massiccia sul territorio. L’allerta metereologica 2 sul nostro territorio ha richiesto un controllo costante del livello del lago e delle lesione provocate ai fabbricati. L’attivazione del COM per gestire l’emergenza è stata fondamentale ma, come ricorda il Sindaco di Meina, “avere persone che si prestano a turni di due ore a testa per il controllo del territorio ha evitato un aggravio del problema”.

Molte le premiazioni collaterali della giornata: primo a ricevere la targa Giorgio Ferrari, il creatore dei magnifici presepi che ogni anno ornano l’ingresso del palazzo comunale, a ricevere un ringraziamento anche il giovane Federico Nones, che nonostante non faccia parte di nessuna associazione si è speso in prima persona per controllare il livello dei corsi d’acqua meinesi e le altre criticità durante il periodo di maltempo. A seguire un riconoscimento anche a due membri dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo che per una settimana ha stazionato davanti al condominio Lido – danneggiato dalla frana di via Castagnara e evacuato – vigilando per scongiurare atti di sciacallaggio. Ad avvicinarsi al tavolo del Sindaco anche il capo della Polizia locale dell’Alto Vergante Mauro Aceti Mauro Aceti per l’impegno profuso nel periodo di emergenza. Per il ruolo giocato nella gestione dell’emergenza premiati anche il Sindaco di Lesa, Roberto Grignoli in qualità di capo del COI e il Sindaco di Nebbiuno, Elis Piaterra come responsabile del COM di Nebbiuno. A seguire la premiazione dei dieci membri del Gruppo Comunale di Meina della Protezione Civile: Silvia Anselmi, Luigi Alviani, Silvano Tangari, Claudio Chiodi, Andrea Passuello, Angelo Graziotto, Andrea De Gasperis, Salvatore Carbone, Davide Tressoldi, per finire con il capo squadra Corrado Simonini.

Presenti alla premiazione anche Don Franco, parroco di Meina e Mons. Giovanni Moretti, “vi diciamo un grande grazie, grazie per il vostro impegno” il nunzio apostolico ha così voluto ringraziare il gruppo di Protezione Civile per il suo impegno. Alla giornata ha presenziato anche il presidente del CSV Novara VCO Daniele Giaime che ha voluto elogiare il gruppo e tutti i “volontari non professionisti, ma professionali” che si impegnano sul territorio con uno sforzo che “non solo toglie tempo alle famiglie ma che impegna anche a diventare più professionali”.

[themoneytizer id=22270-19]

Il punto della situazione idrogeologica a Meina

La consegna del premio alla Protezione Civile è stata l’occasione per fare il punto sul rischio idrogeologico di Meina, soprattutto sulla situazione frana in via Castagnara. Arpa Piemonte sta attuando un monitoraggio a livello regionale delle criticità dovute al maltempo di metà novembre. Meina e via Castagnara sono state inserite tra le  220 aree soggette a verifica satellitare. Durante la massima criticità per la collina si è visto il sopralluogo della Protezione Civile nazionale con tre geologi e il sito è stato inserito tra i territorio soggetti allo stato di calamità naturale, questo porterà il Comune di Meina la possibilità di accedere a fondi messi a disposizione per le emergenze. “Tengo a ringraziare la cittadinanza – conclude il Sindaco Barbieri – che ha dimostrato molto pudore e maturità in questo evento calamitoso. Non ci sono state morbosità o curiosità eccessive da parte dei cittadini come, purtroppo, succede in questi casi. Questo anche grazie al gruppo di Protezione civile che voglio ringraziare pubblicamente a nome di tutta la cittadinanza.”


 

PUBBLICITA\'