Sabato 29 giugno presso la palazzina Liberty di Stresa si aprirà la mostra fotografica “L’apposizione degli Alamari” che vedrà esposte le immagini di Paola Canali e Davide Zarbo.

L’apposizione degli Alamari, spiegano gli autori, è “uno dei momenti più belli e simbolici della vita del Carabiniere…lo trasforma da semplice figlio in armi della Patria in un servitore responsabile della comunità”.

Nelle immagini in mostra, realizzate nella Caserma Cernaia di Torino, viene rappresentata la cerimonia durante la quale, al termine di un primo ciclo di addestramento, l’allievo carabiniere indossa questo elemento distintivo: gli alamari vengono apposti sulle uniformi dei giovani allievi carabinieri dai loro familiari e dalle Autorità presenti alla cerimonia.

Paola Canali, da sempre interessata alla sfera della comunicazione visiva, si avvicina al mondo della fotografia nel 2004 seguendo il corso della Società Fotografica Subalpina di Torino.

Ha organizzato nel 2007, in collaborazione con altri soci, una mostra fotografica collettiva “I Lampioni di Torino” al Cortile del Maglio ; nel 2008 ha organizzato e partecipato con proprie opere alla mostra fotografica “Luci e Atmosfere di Natale” sotto i portici della via Po, con il patrocinio della FIAF e del comune di Torino, e con il contributo della Regione Piemonte; mostra replicata l’anno successivo sotto i portici di piazza Statuto.

Attualmente si occupa come tutor della formazione degli allievi del corso di fotografia, curandone in qualche caso le mostre fotografiche di maggior pregio. Fa parte del consiglio direttivo della Società Fotografica Subalpina e, dal 2005, fa parte della grande famiglia della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

Davide Zarbo è socio della Società Fotografica Subalpina dal 1993, anno in cui ha frequentato il corso e durante il quale conosce i misteri di quanto ha già messo in pratica per lavoro.

Dopo un lungo e fruttuoso apprendistato, negli ultimi anni è entrato a far parte del Consiglio Direttivo della Società. Ha organizzato la mostra dal titolo “I Lampioni di Torino”; ha organizzato e partecipato con proprie opere la mostra dal titolo “Luci e Atmosfere di Natale”.

Attualmente si occupa in qualità di tutor della formazione degli allievi del corso di fotografia, curandone in qualche caso le mostre di maggior pregio.

Dal 1993 è socio della FIAF.

Nel 2012, in riconoscimento dei meriti artistici ed espressivi ottenuti nell’ambito della Fotografia, riceve dalla FIAF l’onorificenza di “Artista della Fotografia Italiana”.

Le opere potranno essere ammirate dal venerdì alla domenica, fino al 12 luglio, nei seguenti orari:10.30 – 13 e 15 – 19.30 con ingresso libero.

Stresa_alamari_loca

PUBBLICITA\'
Elena Spantaconi
Sono nata a Verbania nel 1975, ed ho avuto la fortuna di crescere tra Baveno e Stresa, due luoghi che amo moltissimo. Ho scritto per "Il giornale di Verbania" ed ora collaboro con Il Vergante, come corrispondente da Stresa, la cittadina in cui sono tornata a vivere dopo sette anni a Torino. Gestisco una pagina Facebook dedicata alla perla del lago: "vivi-amo Stresa", nella quale raccolgo foto e recensioni del nostro territorio e gli eventi organizzati. Vita privata? Impegnativa. Quattro figli, che spesso mi seguono nella "caccia agli articoli" e alle riunioni di redazione, ma è importane che sappiano delle mie passioni ed imparino a conoscere il luogo in cui stanno crescendo, per poterlo amare e, magari, un giorno, migliorare.