di Mario Rossi

Fiori e gastronomia, un abbinamento che per tradizione a Massino Visconti caratterizza la giornata del primo maggio. Nell’ambito della manifestazione patrocinata dall’amministrazione provinciale e ispirata al tema floreale, i centri del Vergante hanno tutti risposto in maniera variegata all’iniziativa finalizzata alla promozione turistica e alla valorizzazione delle risorse ambientali del territorio. “Massino in… fiore” è però da molti anni l’appuntamento primaverile con cui la Pro Loco accoglie gitanti e turisti nel paese del campanile pendente proponendo, insieme agli allestimenti floreali e ad altre attrazioni, uno tra i prodotti locali più apprezzati, gli asparagi, che in passato qui crescevano, coltivati e spontanei, sui versanti terrazzati più soleggiati.

In un clima purtroppo non propriamente primaverile, il rione di S. Michele ha ancora una volta accolto quanti non hanno comunque voluto rinunciare alla degustazione sulla piazza delle specialità preparate sul posto dagli chef della Pro Loco; risotto agli asparagi, alborelle di lago fritte e uova ancora con asparagi i piatti più richiesti, molto gradita anche la selezione di formaggi e vini, da gustare al momento o portarsi a casa.

Immancabile il giro tra i punti fioriti, uno di questi predisposto dagli allievi dell’istituto agrario Cavallini di Solcio, e le varie bancarelle del mercatino, tra cui anche quella con le coloratissime azalee della Flor-coop per l’iniziativa benefica “Fiorisce la vita” promossa dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori.

Bravissimi e applauditi i “Red Devils”; le spettacolari evoluzioni a suon di musica dell’effervescente marching show band hanno movimentato mattinata e pomeriggio polarizzando l’attenzione del pubblico, soprattutto dei bambini, sovente anche coinvolti nell’esibizione.

Il prossimo evento in programma sarà la “Festa Country” di domenica 16 maggio ai Lagoni di Massino, con giochi a cavallo aperti a tutti gli appassionati, bambini, giovani e adulti. Anticiperà la festa, la sera di sabato 15, l’imperdibile “Cena sotto le stelle” sempre nella stessa località immersa nel verde del monte San Salvatore.

PUBBLICITA\'