Sta entrando in questi giorni nelle case delle famiglie lesiane il programma della festa patronale di S. Martino, presentato da una breve lettera del parroco, don Massimo Galbiati, che riportiamo di seguito.

Carissimi parrocchiani,
domenica 15 novembre si celebra la Festa Patronale di San Martino, conosciuto dai più come il “santo della carità”, appellativo nato dal dono del suo mantello a un povero quando era ancora soldato. Ma non dimentichiamo che San Martino era anche un vescovo, sacerdote e guida del popolo cristiano che si è sempre battuto per la diffusione della fede, contro il paganesimo, le varie eresie dell’epoca, e per l’unità all’interno della Chiesa. Quest’anno vorremmo riflettere quindi sulla figura di San Martino come sacerdote, chiamato da Dio a guidare e portare la sua Parola al popolo. L’occasione ce la offre il papa Benedetto XVI che il venerdì 19 giugno scorso, festa del SS. Cuore di Gesù, ha aperto l’anno dedicato al sacerdozio. Il Papa ha così spiegato lo scopo di questo anno di preghiera e di riflessione: “La Chiesa ha bisogno di sacerdoti santi, di ministri che aiutino i fedeli a sperimentare l’amore misericordioso del Signore e ne siano convinti testimoni”. Allora, in questa preparazione alla festa, con il triduo ci sentiamo chiamati a riflettere insieme sulla figura del sacerdote come dono e servizio per tutta la comunità. Inviandovi come di consueto il programma della Festa Patronale, vi lascio con una preghiera per i sacerdoti.
Con affetto, vi auguro ogni bene ed ogni benedizione

Il vostro parroco

Preghiera per i Sacerdoti

Signore Gesù, presente nel Santissimo Sacramento,
che hai voluto perpetuare la tua Presenza tra noi
per il tramite dei tuoi Sacerdoti,
fa’ che le loro parole siano sempre le tue,
che i loro gesti siano i tuoi gesti,
che la loro vita sia fedele riflesso della tua vita.
Che essi siano quegli uomini che parlano a Dio degli uomini,
e agli uomini, di Dio.
Che non abbiano paura del dover servire,
servendo la Chiesa nel modo in cui essa ha bisogno di essere servita.
Che siano uomini, testimoni dell’eterno nel nostro tempo,
camminando per le strade della storia con i tuoi stessi passi
e facendo a tutti del bene.
Che siano fedeli ai loro impegni,
gelosi della propria vocazione e della propria donazione,
specchio luminoso della propria identità
e che vivano nella gioia per il dono ricevuto.
Te lo chiediamo per la tua Madre Maria Santissima:
lei che è stata presente nella tua vita
sarà sempre presente nella vita dei tuoi sacerdoti. Amen.

PUBBLICITA\'