sentieri del vergante

6 km tra castagni, betulle e faggi per Un sentiero da favola che valorizzerà i boschi di Invorio e dell’Alto Vergante, l’inaugurazione del weekend.

Sabato 4 maggio l’Amministrazione comunale di Invorio inaugurerà alle ore 15 “Un sentiero da favola”. Un sentiero ad anello di circa 6 km finalizzato alla valorizzazione delle aree boschive del Comune nato da un progetto disegnato e realizzato per famiglie e bambini.

Il ritrovo sarà presso il piazzale del Millennio, all’ingresso del cimitero di Invorio Superiore da qui si partirà alla scoperta del mondo naturale “attraverso un percorso progettato a misura di bambino – afferma il Sindaco Roberto Del Conte – nato per coniugare la passeggiata nel bosco con l’esperienza pedagogicoeducativa, stimolata da una serie di pannelli disposti lungo il sentiero e che descrivono le peculiarità del paesaggio che ci circonda”.

[themoneytizer id=22270-19]

Il percorso di Un sentiero da Favola

Il percorso si articola su un tracciato prevalentemente pianeggiante della lunghezza di 6 km. Ci sarà però la possibilità di intraprendere 4 vie fantastiche che ne riducono la lunghezza, attraversandolo diametralmente e intrecciandosi in altri brevi tratti. I bambini potranno divertirsi a scegliere il tragitto da compiere grazie alla numerosa e precisa segnaletica, seguendo le indicazioni distinte per colore: quella lilla indentifica “La Via degli Gnomi”, quella blu “La Via degli Elfi”, quella rossa “La Via delle Fate” e quella verde accompagna nella “Via dei Folletti”.

“Per incentivare i più piccoli al cammino – ha proseguito il consigliere di maggioranza Laura Thiella, responsabile del progetto – sono stati posizionati nel bosco alcuni leggii, sui quali sono riportate alcune favole: si potrà così contemplare l‘ambiente naturale, soffermandosi in breve lettura a scoprire le avventure di alcuni personaggi che fanno parte del bosco.”

Non solo passeggiata nel verde, ma una palestra di formazione per l’intelletto, la fantasia e la capacità di apprendimento. La natura diventa maestra di vita, raccontando la propria storia e descrivendo ecosistemi e sensazioni che non possono essere raccontati senza fermarsi ad ammirare.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Ecomuseo di Pettenasco e sostenuto anche da diversi sponsor: ”realizziamo una delle iniziative turistico-culturali più innovative – ha concluso il Sindaco – valorizzando il nostro patrimonio boschivo e creando una proposta educativa di eccellenza per i nostri ragazzi. La collaborazione con il Consiglio Comunale dei Ragazzi, diversi professionisti che hanno partecipato gratuitamente all’allestimento del percorso, il sostegno della squadra AIB, di volontari e degli uffici comunali hanno consentito di portare a compimento questo nuovo percorso, che concilia il desiderio di vivere questo paesaggio con quello di riscoprirne le stagioni, i tempi e i suoi ambienti”.

Da lunedì 6 maggio presso la biblioteca comunale è disponibile gratuitamente la cartina dell’intero sentiero.

PUBBLICITA\'