festa della liberazione
bannerbaretto
bannerbaretto
bannerbaretto
Torna nella sua 4a edizione “I luoghi, la memoria, il futuro” un ciclo di incontri che Ghevio e l’Alto Vergante dedicano alla celebrazione della Festa della Liberazione dai Fascismi e dall’occupazione tedesca.

Il 25 aprile è una data che ogni anno ricorda al popolo italiano come l’occupazione e la ribellione a questa possano ridare vigore ad una nazione ormai allo sbando. Nel piccolo paese di Ghevio, frazione di Meina, il Giorno della Liberazione è molto sentito. Per celebrarlo al meglio da mesi prima si raduna un Comitato della celebrazione che organizza una serie di eventi sul territorio comunale e non solo. 
Avrà inizio venerdì 6 aprile la serie di eventi che ci porterà a celebrare la Liberazione che ormai 73 anni fa ebbe luogo in Italia. Un’altra data importante che il Comitato festeggerà nel 2018 sono i 70 anni dall’emanazione della Costituzione Italiana. 
 

La più bella Costituzione del mondo, almeno per alcuni 

 
“Dietro ogni articolo della costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi che hanno dato la vita perchè la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa carta” Pietro Calamandrei
 
Ha inizio proprio con la Costituzione, venerdì 6 aprile – alle ore 21 presso la Sala Polivalente di Ghevio – il ciclo di incontri dedicati al 25 aprile. Titolo dell’incontro: L’Attualità della Costituzione Italiana, una conferenza a cura di Gianni Cerutti direttore dell’ ISNR Istituto Storico della Resistenza e della Storia Contemporanea di Novara e VCO.
 
Venerdì 20 aprile – sempre in Sala Polivalente alle 21 – l’incontro di presentazione del libro dal titolo Memorie di un Ribelle di Leopoldo Bruno Carabelli detto il “Mitra”. Durante la serata interverrà il dr. Andrea Pozzetta storico e curatore della ristampa del volume scritto dallo storico partigiano novarese.
 
Non può mancare la ormai storica Fiaccolata, tradizionale commemorazione della Festa della Liberazione ripresa da quasi cinque anni. Martedì 24 aprile alle ore 20.30 appuntamento al Monumento dei Caduti di Montrigiasco (Arona) e partenza in processione verso piazza Pierino Manni a Ghevio. A seguire, lo spettacolo di musica e storia del 1900 con Daniele Conserva e Alessandro Orsi.
 
Tradizionale cerimonia di commemorazione in piazza Manni a Ghevio – ore 9.30 – e camminata fino alla frazione Silvera – in piazza San Rocco mercoledì 25 aprile.
 
La Festa della Liberazione quest’anno va oltre il 25 aprile. La presentazione della ristampa del libro del “Mitra”, Memorie di un Ribelle sarà replicato anche venerdì 27 aprile a Meina in Sala Consiliare – ore 21. Anche qui interverrà il dr. Andrea Pozzetta storico e curatore della ristampa.
 
“I luoghi, la memoria, il futuro” è un progetto di Comitato 25 Aprile 
e dell’Associazione cultura q.b. quanto basta per Ghevio e Silvera, in collaborazione con A.N.P.I. Vergante, Associazione Lev Chadash, Centro Filippo Buonarroti, L’Istituto Comprensivo Statale del Vergante, ARCI Circolo Silvera e l’Istituto storico della resistenza e della società contemporanea Piero Fornara.
Gli eventi vedono il patrocinio dei Comuni di Meina, Belgirate, Lesa, Colazza, Invorio, Nebbiuno, Pisano, Paruzzaro, Arona e Massino Visconti.