Come per le classiche brezze di mare, di cui ognuno ha esperienza soggiornando in spiaggia d’estate, quando il vento spira dal lago verso la costa durante il giorno e dall’entroterra verso il mare alla sera, così anche il Lago Maggiore ha il suo particolare regime di brezza. 

Le due brezze regolari del Lago Maggiore assumono il nome rispettivamente di Tramontana e Inverna. La Tramontana si attiva durante la notte con direzione da nord verso sud, e cala poi durante la mattinata. Segue qualche ora di calma e verso mezzogiorno si attiva l’Inverna, a partire dal basso lago.

I vari venti del Lago Maggiore

I venti caratteristici del lago al di fuori dei regimi di brezza, assumono nomi locali spesso diversi a seconda della sponda come il Monscendrin o Montecenerino, un vento forte che può essere pericoloso, tipico del centro lago annuncia tempo cattivo sul Monte Ceneri.

Il Valmaggino è invece un vento che soffia quando il tempo è cattivo in val Maggia, può essere un vento pericoloso e come il Monscendrin investe principalmente il centro lago.

[themoneytizer id=22270-19]

Il Mergozzo è il vento che soffia quando il tempo è cattivo in Val d’Ossola, tipico del centro lago. E’ un vento forte e pericoloso.

Il Maggiore è la combinazione di due venti che soffiano insieme, il Valmaggino e il Monscendrin che portando cattivo tempo spesso prennunciano tempesta.

Il Marenca è un vento forte che accompagna temporali il Valcuvia

L’Ernina è un vento debole che si alza quando ci sono temporali sopra Solcio è generalmente più forte al mattino

Cannobino e Bozzasca più che venti del Lago Maggiore si tratta di brezze che si alzano al mattino o al tramonto quando sui monti ci sono temporali

Cavandonera, come il Cannobino e la Bozzasca è un brezza che soffia quando la mattina o la sera si formano temporali sopra Suna

Mercuraghina è una brezza anche di forte intensità che soffia la mattina e la sera principalmente nelle zone di Dormeletto e Mercurago

Cuss è il vento che spira dal lago d’Orta o da Cusio.

“Dammi vento e ti darò miglia”. (da un dialogo tra Moitessier e Joshua, la sua barca)

rosa_dei_venti_cartina-page-001

PUBBLICITA\'